News

  • Home
  • Notizie
  • Fioriere e vasi: come organizzare le tue piante in terrazzo
Fioriere e vasi: come organizzare le tue piante in terrazzo

Fioriere e vasi: come organizzare le tue piante in terrazzo

Posted on | Pubblicato in Notizie

Tra gli elementi di arredo per esterno disponibili, le fioriere sono un passepartout che se ben progettate sono di grande impatto e valorizzano l’ambiente esterno in cui sono poste, ingentilendo balconi e giardini con l’ausilio di piante e fiori.

Partiamo dalle fioriere: quale tipo scegliere?

Le fioriere possono essere fatte di vari materiali: in plastica, in corten, in cemento, in legno, etc. ognuna delle quali presenta specifiche caratteristiche.

Le fioriere in plastica

sono le più leggere ed economiche ma presentano uno svantaggio: non lasciano traspirare l’acqua e l’umidità e per questo possono creare danni alla radici.

Le fioriere in cemento

sono predisposte per lo scolo dell’acqua ed essendo fatte di un materiale poroso riescono a far evaporare l’eccesso di umidità . Lo svantaggio è quello di essere molto pesanti, quindi una volta disposte in un punto del terrazzo, è molto faticoso spostarle, a maggior ragione se già piene di terra.

Le fioriere in legno

sono molto semplici e leggere per il trasporto. Il legno poi è traspirante e particolarmente resistente agli sbalzi di temperature.

Le fioriere in corten

le più importanti e le più utilizzate, sono fatte di una lega di acciaio molto resistente alla corrosione e alla tensione. L’ottima resistenza offerta dal Cor-ten alla corrosione atmosferica mediante la formazione di una patina superficiale, costituita dagli ossidi dei suoi elementi di lega, impedisce il progressivo estendersi della corrosione; tale film varia di tonalità col passare del tempo, solitamente ha una colorazione bruna e consente l’utilizzazione di questo materiale negli arredi outdoor, non solo per fioriere ma anche per telai di tavoli o panche.
vasi-giardino-acciaio-arredo

Quali piante utilizzare per le vostre fioriere?

Nella scelta delle piante da balcone è importante valutare la superficie disponibile e l’esposizione del terrazzo, per esempio: se questo si trova a Sud, subendo l’azione continua dei raggi del sole, bisognerà preferire piante in grado di resistere alla siccità e al calore. Per la loro resistenza alle avversità invernali, le piante sempreverdi, sono adatte alla coltivazione in vasi da collocare nei terrazzi.
Le piante sempreverdi più diffuse come piante da vasi sono:

  • Ginepro nano: pianta sempreverde, la cui altezza varia da 1 a 10 metri.
  • Acero Giapponese (acer japonicum): una pianta sempreverde originaria del Giappone di un’altezza media al di sotto dei 3-4 metri di altezza e ha foglie palmate che in autunno si colorano di un bel rosso acceso.
  • Schefflera: pianta sempreverde che generalmente non supera i due metri in altezza. Le foglie palmate sono molto grandi e di un bel colore verde acceso e restano sui rami senza problemi per tutto l’inverno.
  • Nandina: è una pianta sempreverde molto comune e diffusa grazie alla sua crescita lenta e alla sua facilità di coltivazione.

Tra i fiori da balconi più comuni troviamo:

  • Ortensia: può essere coltivata in giardino e in vaso, l’importante è evitare la luce diretta del sole che tende a piegare il fusto, sono pertanto da privilegiare le zone d’ombra.
  • Geranio: ravviva gli ambienti con i suoi colori vivaci, e, se l’inverno non è troppo rigido, può resistere tranquillamente, basta che sia in una posizione soleggiata. Se le temperature si fanno troppo fredde, puoi sempre provvedere a coprirlo con del tessuto non tessuto (TNT).
  • Primula: può essere coltivata in giardino o in vaso, l’importante è che stia lontano da da fonti dirette di calore e raggi diretti del sole. Se volete mantenerle belle il più a lungo possibile scegliete una zona abbastanza fresca del balcone.

corten-fioriere-vasi-esterno

Perché utilizzare piante in vaso?

Utilizzare piante in vaso ha i suoi vantaggi:

  • Mobilità: puoi spostare dall’esterno all’interno le piante nel periodo invernale, così da proteggerle dalle basse temperature e dalle intemperie. Se le piante sono adatte alla temperature più fredde, potrai coprirle con del tessuto non tessuto.
  • Rinnovare il design del giardino o del terrazzo: la possibilità di spostare i vasi, abbellirli o colorarli ti permette di ripensare l’aspetto del tuo ambiente esterno qualora tu voglia fare un restyling dello spazio esterno.
  • Un giardino in “terrazzo”: puoi rendere il tuo terrazzo un giardino, giocando con i colori dei fiori e la grandezza delle piante.
  • Orto: chi ha detto che per fare un orto ci vuole il giardino? Per chi vuole creare uno spazio verde sui generis, è possibile decorare un terrazzo con fioriere di piante aromatiche come il basilico, il rosmarino, il timo, l’origano, il prezzemolo e la salvia. Queste piante necessitano di poche cure e richiedono molto sole.
  • Ingresso d’effetto: utilizzare piante e fiori all’ingresso della tua abitazione, può essere la chiave giusta per dare il giusto impatto estetico agli interni.

Con l’arrivo della bella stagione, passiamo sempre più tempo all’aperto tra piante, fiori e giardini. Essere circondati da giardini curati, precisi e colorati è un piacere per la vista e rende di buon umore. Sia che tu abbia un terrazzo o un balcone sarà necessario arredarlo e progettarlo a regola d’arte come un vero giardino in modo da favorire la crescita di piante e fiori.
corten-gioriere-piante-verdi-arredo

Fioriere in corten per un nostro recente lavoro

Ecco una nostra realizzazione in cui abbiamo utilizzato le fioriere in corten per ricavare uno spazio outdoor verde e privato per il ristorante «Integrale», a Mirano.
Vuoi anche tu un progetto simile? Contattaci e raccontace la tua esigenza.
integrale-risotrante-milano-dalben-piante

Condividi con:

Potrebbe interessarti anche:

  • Cerchi degli specialisti per la cura del verde residenziale e industriale?

    Compila il seguente form, ti risponderemo al più presto.

    • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.